Thin provisioning

Lo storage reso disponibile just-in-time
Licenze disponibili

Anche con il costo per GB in discesa non è una buona idea sprecare spazio, visto che esiste una semplice soluzione per massimizzarne l'utilizzo. Invece di allocare e tenere bloccato l'intero volume dal momento del provisioning iniziale, il thin provisioning alloca lo spazio fisico in pezzi più piccoli.

Il volume appare come se la sua capienza fosse interamente stata messa a disposizione dei server applicativi, ma in realtà lo spazio non viene allocato fino a quando non si verificano operazioni di scrittura. Questo non solo consente di ottenere un utilizzo dello storage 3 volte superiore, ma viene semplificata anche l'amministrazione di sistema: presentare volumi di grandi dimensioni ai server applicativi sin dal primo giorno non comporta alcuna penalizzazione.

Nei pool di dischi virtuali il thin provisioning è connaturato. Basta creare un volume virtuale dal pool disco, presentarlo ai server applicativi e SANsymphony fa il resto. I pool disco coprono tutti i dispositivi fisici presenti nel pool e non dipendono da nessun host, sistema operativo o hypervisor.

Diagramma del thin provisioning
Il thin provisioning consente un'efficienza nell'utilizzo dello storage sorprendente, scrivendo i dati sui dischi di back-end solo quando i dati vengono scritti dalle applicazioni. Il risultato è un utilizzo dello storage 3 volte superiore.

Le principali funzioni

  • I computer vedono lo spazio disponibile come unità molto grandi (per esempio come dischi virtuali >2TB da unità con poche centinaia di GB)
  • Quando necessario, alloca dinamicamente più spazio su disco
  • Invia notifiche quando è il momento di aggiungere capienza
  • Riduce la necessità di ridimensionare i LUN per il recupero dello spazio disco azzerato

Iniziamo mettendo la pietra angolare del data center software-defined di nuova generazione