Le soluzioni per la Business Continuity: come ridurre i downtime

Assicurati che la tua infrastruttura sia sempre disponibile, indipendentemente da eventuali guasti.

Protezione multi-livello per Continuità, Disponibilità e Ripristino

Qualsiasi componente hardware prima o poi si guasterà. Anche i componenti più affidabili non lo sono abbastanza da garantire un'operatività senza interruzioni. Il solo modo per proteggersi dai molti fattori - tecnici, ambientali o umani - che contribuiscono ai downtime è quello di eseguire il mirroring dei dati, in modo trasparente, automatico e in tempo reale.

icon never worry about downtime

Zero-downtime, zero-RPO e zero-touch

Nodi fisicamente separati, ciascuno in un'area di sicurezza diversa, offrono un livello di disponibilità che anche l'hardware più affidabile non è in grado di garantire. Se un nodo viene coinvolto, l'altro (o gli altri) continua a offrire accesso ai dati applicativi, garantendo l'uptime.

  • Il mirroring sincrono garantisce zero-downtime, senza la necessità di un controllo costante che si occupi di una eventuale transizione, in modo che il failover sia completamente automatico
  • Di tutte le operazioni di scrittura viene eseguito il mirroring su ciascun nodo, prima ancora che vengano recepite dall'applicazione, il che si traduce in un RPO pari a zero.
  • I dati sono sempre disponibili, eliminando così i downtime causati da guasti che riguardano un singolo nodo.
icon track all changes to data

Traccia tutte le modifiche ai dati

Malware, virus e ransomware possono corrompere i dati o impedirti di accedervi. DataCore ti consente di applicare una marca temporale a ogni modifica dei dati e ti dà la possibilità di tornare a un qualsiasi punto nel tempo in cui i dati erano integri.

  • Continuous Data Protection (CDP) keeps track of all writes and changes to data for 2 weeks. So, any data can be restored to the immediate point before corruption.
  • Dal punto di vista dell'RTO, la CDP consente di creare facilmente e in pochi minuti un altro volume su cui eseguire il rollback a uno stato dei dati integro e mapparlo su un file server diverso.
  • Grazie alla CDP, le aziende sono assicurate contro malware, ransomware e altri vettori di minacce che alterano i dati.
replica asincrona per il disaster recovery

La replica asincrona per il Disaster Recovery

Una corretta pianificazione della Business Continuity (BCP) consente di identificare eventuali minacce allo storage dei dati e di non farsi cogliere impreparati. Quando una regione viene colpita da un disastro e un data center smette di funzionare, DataCore sfrutta i dati replicati sul sito di Disaster Recovery, sia esso in un altro luogo fisico o nel cloud. Questo consente di riprendere l'operatività in brevissimo tempo.

diagramma della replica asincrona remota offsite

Business Continuity vs. Disaster Recovery: le differenze fondamentali

I dati sono la risorsa più preziosa dell'organizzazione, e per proteggerli è fondamentale comprendere la differenza tra Business Continuity (BC) e Disaster Recovery (DR). Entrambi implicano un'attenta pianificazione, ma in realtà questi due strumenti non sono così intercambiabili come si potrebbe pensare. Business Continuity e Disaster Recovery sono due strategie diverse progettate per salvaguardare l'operatività aziendale prima, durante e dopo un disastro. Le soluzioni BCDR o BC/DR aiutano le organizzazioni a superare eventi imprevisti o distruttivi e a continuare o riprendere rapidamente l'operatività aziendale senza subire un impatto significativo, come la perdita di dati e ricavi.

Business continuity

La pianificazione della BC ha lo scopo di garantire che le funzioni e i processi aziendali essenziali siano in grado di continuare a funzionare anche in caso di disastro con downtime minimi o assenti. In pratica, bisogna mettere a punto sistemi di prevenzione e recupero per affrontare le potenziali minacce aziendali. L'obiettivo della pianificazione della Business Continuity, oltre alla prevenzione, è garantire operatività continua prima e durante l'esecuzione di un piano di Disaster Recovery.

Disaster Recovery

In caso di guasto ai sistemi a causa di eventi imprevisti, le organizzazioni devono eseguire rapidamente il ripristino: è qui che entra in gioco il Disaster Recovery. TechTarget definisce il Disaster Recovery un piano che "consente a un'organizzazione di mantenere o riprendere rapidamente le funzioni mission-critical in seguito a un disastro". Per riprendersi da un evento disastroso, le organizzazioni IT hanno bisogno di funzionalità che consentano il backup dei dati o automatizzino il ripristino di un ambiente, con tempi di inattività minimi, in modo da mantenere i livelli di produttività necessari.

Scopri di più sul BCDR nel nostro webinar on-demand: Le misure di Business Continuity in un'epoca volubile.

Case Study: Maimonides Medical Center

Il Maimonides Medical Center di New York è tra i più grandi ospedali universitari indipendenti degli Stati Uniti, con oltre 800 medici. Il loro principale problema era realizzare la business continuity, ovvero garantire l'operatività dell'ospedale senza interruzioni.

DataCore lo ha reso possibile organizzando le applicazioni del Maimonides in “metro-cluster” tra due siti diversi, come se fossero in co-location. Se per una qualsiasi ragione un sito finisce offline - a causa di un'interruzione, pianificata o no - i sistemi IT dell'ospedale rimangono in funzione, garantendo un'operatività non-stop.

Grazie a DataCore, Maimonides ha eliminato gli errori nella disponibilità dei dati causati da guasti hardware o manutenzione dello storage.

Case study completo

Aziende di tutto il mondo si affidano a DataCore

Iniziamo

Scopri come il mirroring sincrono zero-touch, zero-downtime di DataCore rende i dati sempre disponibili, anche in caso di guasti allo storage su uno qualsiasi dei lati del mirror.