continuous data protection feature hero icon

Protezione continua dei dati (CDP) e ripristino

Un pulsante "undo" per i tuoi dati
Licenze disponibili

Nell'odierno mondo elettronico, le minacce ai dati abbondano, a partire dal ransomware. Qualunque sia stata la causa del danno, le modifiche ai dati non sono benvenute ed è necessario eliminarle. La protezione continua dei dati (CDP) offre una granularità sui rollback che arriva al secondo e offre Recovery Point Objective (RPO) e Recovery Time Objective (RTO) migliori di qualunque altra soluzione per la protezione dei dati.

Le principali funzioni

  • Protegge dai danni di ransomware, malware e altre cause di corruzione dei dati
  • Il rollback per ripristinare un volume a un qualsiasi momento temporale può essere realizzato entro 14 giorni
  • Genera punti di ripristino riconosciuti come validi
  • Registra log e marche temporali di tutto l'I/O sui dischi virtuali selezionati
  • Funziona in modo indipendente dal sistema operativo e dalle applicazioni
  • Non c'è bisogno di sospendere o interrompere le applicazioni
  • Non serve un agente sull'host
  • Attivare la protezione e creare volumi di rollback è un'operazione molto semplice

Sui volumi protetti, la CDP registra qualsiasi operazione di scrittura I/O (o modifica) con uno specifico marcatore temporale. Grazie alla CDP, si può creare facilmente un volume di rollback che rappresenta un qualunque momento temporale precedente l'evento indesiderato. Il volume di rollback viene quindi mappato sul server applicativo originale o su un server a scelta.

Per esempio, se un virus ha causato un danno a un volume alle 14:41:36 è possibile creare un volume di rollback di un qualunque punto temporale precedente e rimetterlo a disposizione del server applicativo originale. Oppure, se un utente ha cancellato un file alle 15:15, è possibile creare un volume di rollback riferito alle 15:00 e mapparlo per il recupero su un file server diverso, il tutto senza interruzioni sul volume di produzione.

Così come accade per le richieste di snapshot, è possibile generare periodicamente volumi di rollback per la CDP in punti di ripristino riconosciuti come validi realizzando uno script con una chiamata a Cmdlet PowerShell ogni volta che un'applicazione entra in sospensione e le cache sono state riversate sullo storage.

Diagramma della protezione continua dei dati
Quando i dati vengono scritti sul volume di produzione protetto, una copia di ciascuna operazione di scrittura I/O viene inviata al previsto pool di buffer CDP. Un volume di rollback di uno specifico momento può essere creato in base ai dati che risiedono nel pool di buffer CDP.

Iniziamo mettendo la pietra angolare del data center software-defined di nuova generazione